News

03/12/2013 - Musil Rodengo Saiano
Uniti per cambiare – L'ingresso in AIB di nuove grandi aziende bresciane
Congresso
Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine

Il giorno 3 dicembre 2013 il Musil di Rodengo Saiano ha ospitato il convegno "Uniti per cambiare" mirato a presentare l'ingresso nell'Associazione Industriale Bresciana di quattro colossi della metallurgia: la Raffmetal, la Camozzi, la Sabaf e la Danieli & C.

Al convegno sono intervenuti Marco Bonometti (Presidente AIB), Attilio Camozzi (Camozzi S.p.a.), Roberta Niboli (RaffMetal S.p.a.), Alberto Bartoli (Sabaf S.p.a), Loris Maestrutti (Danieli & C. Officine Meccaniche S.p.a.), Antonio Lucaroni (Vice Presidente con delega per l'informazione economica AGI) e il Presidente Confindustria Giorgio Squinzi.

«Questi oggetti — ha detto Bonometti guardando gli elementi principali del gigantesco laminatoio Franchi-Gregorini del 1930 dal lato opposto del museo parlano delle nostre origini, dello sforzo dei nostri padri. A noi il compito di ritrovare quello spirito comune, poiché la crisi non è un destino, è una scelta compiuta rinvio dopo rinvio»

"La ripresa dell'economia partirà da Brescia. - è stato il messaggio del presidente di Confindustria Giorgio Squinzi - perché Brescia sta dimostrando l'importanza del lavoro corale, dello stare uniti. Sta per aprirsi un nuovo Rinascimento e credo proprio lo farà da questo territorio. I bresciani sono un esempio. Per affrontare la vita ci sono due modi: o si decide oppure si lascia che lo facciano gli altri, demandando le responsabilità. I Bresciani , con l'evento "Uniti per cambiare" hanno dimostrato di volersi rendere responsabili uscendo dal "dire" per passare al "fare". Il ritorno di queste quattro grandi aziende in Aib dimostra chiaramente la voglia di restare uniti, di non dividersi in fazioni, per avere un'unica voce."



© courtesy by Siderweb
© courtesy by Teletutto