News

18/04/2017 - Museo del Ferro
I martedì al museo. Le ragioni della conservazione tra tecnica ed emozioni, incontro con l'Arch. Lucio Serino
Conferenza
Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine

Nell'ambito del Progetto "Un giacimento culturale a cielo aperto: il quartiere di San Bartolomeo", finanziato da Fondazione Cariplo, Fondazione Musil organizza 4 incontri aperti al pubblico su temi connessi con la realtà del quartiere e del Museo del ferro.

Ogni terzo martedì del mese, dalle 17:30 alle 19:15 si parlerà della storia delle rogge, del restauro dell'edificio che ospita il museo, di produzione di energie rinnovabili e di storia delle produzioni industriali derivanti dai minerali.

Il museo contiene un'importante rappresentazione del contesto produttivo bresciano e con questi quattro incontri il nostro sguardo è rivolto all'esterno per capire come il Museo del ferro rappresenti non solo la storia di un singolo opificio, ma sia testimonianza di un insieme di realtà produttive e artigianali che si trovavano intorno ai corsi d'acqua e che nel tempo sono scomparse, demolite o ridotte a rovine non recuperabili.

Il secondo incontro, dal titolo "Le ragioni della conservazione tra tecnica ed emozioni" (relatore l'Arch. Lucio Serino) si svolgerà martedì 18 aprile 2017 presso il Museo del ferro, in via del Manestro 117 nel Quartiere di San Bartolomeo (Brescia).

L'Arch. Lucio Serino, responsabile del restauro dell'edificio che ospita il museo del ferro, ci conduce nella scoperta dell'edificio di proprietà di Fondazione Civiltà Bresciana, che, con lungimiranza, negli anni Novanta diede avvio al progetto di restauro, di recupero e valorizzazione. L'edificio conserva in tutta la sua struttura tracce dell'attività produttiva che si svolgeva al suo interno. L'Arch. Serino ci mostrerà come nell'involucro del museo si nasconda una parte essenziale dello stesso.