Inventario del musil

Macchina elettrostatica di Wimshurst

Risorsa digitale
Codice Identificativo:Inv.Musil.1861 
Formato del file digitale:image/jpeg 
Risorsa originale
Tipo di risorsa:IMAGE 
Genere di risorsa (1): Oggetto fisico 
Genere di risorsa (2):Strumento 
Larghezza x Altezza x Profondità (cm):37 x 80 x 67
Peso: 
Materiali della risorsa originale: 
Lingua della risorsa originale:   
Titolo
Titolo:Macchina elettrostatica di Wimshurst 
Titolo alternativo: 
Autore
Autore:James Wimshurst 
Collaborazioni: 
Contenuti
Settore Produttivo:energia 
Argomento: 
Descrizione:I due dischi, recanti stretti settori di foglio di stagno incollati lungo la circonferenza, sono posti in rotazione in senso contrario tramite un sistema di pulegge e di cinghie di trasmissione. Da entrambi i lati si trovano dei conduttori, terminanti con spazzole metalliche che sfregano contro i settori. La carica è indotta su due collettori ricurvi e accumulata in una coppia di bottiglie di Leida collegate a due elettrodi scorrevoli. Questa macchina da laboratorio era utilizzata per scopi didattici e come sorgente di alta tensione per i primi tubi a raggi X.  
Tavola dei contenuti: 
Copertura spaziale: 
Copertura temporale: 
Cronologia
Data:22/04/2004 
Data creazione:1880 
Data pubblicazione: 
Relazione con altre risorse
Fonte: 
Identificativo di una risorsa in relazione con quella attuale: 
È parte di: 
È una versione di: 
Informazioni aggiuntive
Collocazione:Museo dell'Industria e del Lavoro, Via del Commercio 18, Rodengo Saiano, Brescia, Italia 
Diritti:Fondazione Luigi Micheletti 
Provenienza:Pallme Luigi (Milano, Italia) 
Proprietà:Fondazione Luigi Micheletti 
Note:La macchina elettrostatica di Wimshurst è stata acquisita dalla Fondazione Micheletti il 22/04/2004. 
« Torna all'elenco dei reperti