musil

Il Museo del Ferro di San Bartolomeo riapre con visite guidate e didattica per le scuole

Dopo la chiusura estiva, dagli inizi di settembre il Museo del Ferro di San Bartolomeo ha riaperto le sue porte nel consueto orario del fine settimana, il sabato e la domenica dalle 15 alle 18.

Fino al 30 novembre, prima della pausa invernale, è quindi possibile visitare gli spazi dell'ex-laboratorio di molatura che ora ospita il Museo e della fucina da ferro ad esso annessa, dopodiché il Museo riaprirà nel primo weekend di aprile fino al 30 giugno 2012.

Entrare nel Museo del Ferro è sempre un'esperienza unica e significa fare un salto nel passato, fatto di odori (quello per esempio dell'erba dell'ultima fienagione nei campi circostanti), di suoni (l'acqua del canale Bova che scorre all'esterno) e naturalmente di sguardi su frammenti e resti del lavoro dei nostri antenati. Tutti quei mestieri che, a partire dal lavoro di forgiatura del ferro nella fucina, si svolgevano negli opifici e traevano energia dalle acque del canale: i mulini, le concerie di pellami, le fucine per la battitura del rame, i frantoi per le olive. Pannelli, fotografie, modellini e la ricostruzione in scala della zona nord della città di Brescia, solcata dalle acque dei canali, completano la visita. La discesa nell'antro di vulcano della fucina è sicuramente il momento più suggestivo della visita, specialmente quando i fabbri dell'Associazione Amici del Maglio animano lo spazio mostrando i gesti di forgiatura e battitura del ferro.

Le ruote esterne, sapientemente restaurate insieme a tutto il sistema di canalizzazione delle acque, servono l'una per muovere la macchina di albero e maglio per la battitura del ferro, e l'altra, che fu del laboratorio di molatura, per fornire l'energia elettrica all'interno del Museo.

Da ottobre a fine novembre e da marzo al fine maggio il Museo sarà aperto anche per le scuole. Allievi delle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado sono benvenuti per scoprire, accompagnati da preparato personale didattico, i segreti della storia pre-industriale della città Brescia e il lavoro negli opifici, con particolare riguardo all'attività di forgiatura del ferro.

Alle visite guidate, su richiesta, può essere affiancato un laboratorio didattico hands-on in cui gli allievi possono cimentarsi nella battitura del rame e nel taglio, nella piegatura e manipolazione di diversi tipi di metalli, venendo a conoscenza delle singole caratteristiche e proprietà. A tal proposito, si ringraziano gli sponsor dell'attività didattica le seguenti ditte: IEMEGI di Meriti Giovannicon sede a Brescia, Fara Dies di Paderno Franciacorta e Spyder Immobiliare di Brescia.

Il Museo si trova nel quartiere di San Bartolomeo in via del Manestro 117 ed è facilmente raggiungibile sia in auto che in autobus (linea 11) che in bicicletta.

Giorni e orari di apertura del Museo: sabato e domenica dalle 15 alle 18.

Visite guidate e attività didattica tutti i giorni della settimana solo su prenotazione ai seguenti numeri 339/ 3058741 oppure 339 /5622344.

In allegato il comunicato stampa.

« Torna all'elenco delle news