musil

Scienza in giro. Itinerari di Scienza, tecnologia e industria in Lombardia per EXPO 2015

Il Musil – Museo dell'industria e del lavoro di Brescia partecipa al progetto "Scienza in giro. Itinerari di Scienza, tecnologia e industria in Lombardia per EXPO 2015".


Il sito web "Scienza in giro"


Il progetto si propone di migliorare, in vista di EXPO 2015, l'offerta culturale e turistica del territorio Lombardo – attraverso un approccio integrato e customer-oriented – di alcune realtà rappresentative delle identità della Regione: i musei dedicati a scienza, tecnologia e industria, a loro volta strettamente legate alle identità produttive.

A partire dallo sviluppo e dal potenziamento di nuovi servizi e attività in risposta ai bisogno del pubblico, si vuole offrire ai visitatori locali e internazionali la possibilità di scoprire storie legate al territorio che stanno visitando, in connessione con EXPO 2015.

In particolare il progetto intende:

  • sviluppare e potenziare attività per il pubblico, a partire dai temi chiave trattati dai musei e legati all'identità del territorio e ai temi di EXPO 2015 (quali alimentazione, tessile, siderurgia, Leonardo, sport,…);
  • offrire al pubblico locale e internazionale servizi e strumenti di visita qualificati e al passo con la contemporaneità, in particolare anche attraverso l'uso di strumenti digitali e social media;
  • comunicare la presenza dei musei e delle loro attività per tramite di strategie integrate di comunicazione e marketing territorial, con particolare riferimento ai media tradizionali e all'online, anche attraverso l'utilizzo di un ecosistema digitale come E015;
  • sviluppare un'adeguata campagna di promocommercializzazione che contribuisca a dare massima visibiità, attraverso i musei, all'intera offerta culturale e turistica del territorio, in collaborazione con Explora.


OBIETTIVI

Il progetto ha come obiettivo di:

  • migliorare l'offerta culturale e turistica del territorio Lombardo, anche sfruttando economie di scala;
  • aumentare il numero dei visitatori presso i musei e sui territori coinvolti;
  • rafforzare e migliorare il posizionamento dei musei del territorio e delle comunità di riferimento (nonché dell'intera Regione) presso il pubblico locale e internazionale;
  • generare valore aggiunto per il territorio regionale in termini di sviluppo e il consolidamento delle relazioni tra la città di Milano e il territorio;
  • generare un aumento dei ricavi nei musei tramite bigliettazione e, ove presenti, servizi aggiuntivi;
  • generare un indotto su più livelli (ristorazione, trasporti, settore alberghiero, artigianato, …) per i territori di riferimento.

In linea con le strategie di Regione Lombardia, l'offerta:

  • definisce un'identità turistica caratterizzante (scienza, tecnologia e industria come chiavi di lettura identitarie del territorio) e segue un fil-rouge narrativo;
  • definisce macro-temi prioritari (temi chiave identitari di ciascun museo -es. tessile, siderurgia, sport, storia dell'industria…- e temi di EXPO 2015 – agroalimentare-, con particolare attenzione anche alla figura di Leonardo da Vinci ingegnere e tecnologo, per il suo valore universale) e seleziona alcuni segmenti su cui focalizzare l'offerta (famiglie, esperti, appassionati, turisti locali, turisti stranieri);
  • avvia meccanismi di co-progettazione creativa tra i musei coinvolti e i diversi stakeholder del territorio.

Inoltre, le azioni in cui si articolerà la comunicazione:

  • riclassificano l'offerta complessiva per una più mirata ed efficace comunicazione online e offline, mettendo a sistema le esperienze già esistenti in un'ottica customeroriented.
  • sviluppano una presenza multicanale online con comunicazioni mirate a rafforzare l'engagement dei turisti locali e internazionali.


CONTESTO PROGETTUALE

La Lombardia è una delle regioni più avanzate e più industrializzate d'Europa. Tradizionalmente la realtà economica più dinamica e più internazionale d'Italia, rappresenta il 20% del PIL nazionale. In Lombardia si concentra oltre un terzo di tutto l'export italiano e quasi il 50% delle importazioni. Oltre un terzo della multinazionali straniere presenti in Italia ha sede in questa regione. La Lombardia ha la maggiore concentrazione di imprese (800.000) e istituzioni culturali dedicate alla ricerca, all'innovazione e alla formazione superiore con punte di eccellenza assoluta nel campo delle scienze della vita e delle biotecnologie, della medicina e della farmaceutica, della robotica e dell'ICT. A Ispra ha sede il Joint Research Center dell'Unione Europea. Negli ultimi due secoli questa regione ha espresso più di ogni altra la trasformazione della società italiana da agricola a industriale, giocando un ruolo trainante in ambito scientifico, tecnologico e industriale.

Oggi, in occasione di EXPO 2015, i musei tecnico scientifici rappresentano una cornice ideale dove scoprire storie di tecnologia, lavoro e tradizioni, ma anche dove partecipare al dibattito internazionale sui cambiamenti e sulle sfide della società contemporanea. Al contempo, la storia delle esposizioni universali e quella di molte istituzioni tecnico scientifiche presenta uno stretto legame, per la consuetudine di presentare a un pubblico molto ampio le novità della scienza e della tecnologia. Infatti, alcuni tra i più importanti musei scientifici del mondo, sono nati come risultato di un'esposizione universale: Science Museum di Londra, Museum Science and Industry di Chicago, Acquario di Milano.

In Lombardia si contano oltre 60 musei tecnico-scientifici. Tra questi, il Museo Nazionale dedicato a scienza e tecnologia, fondato nel 1953 e oggi tra i principali del settore in Europa, chiara espressione del ruolo trainante di questa regione in tali ambiti. In totale i musei tecnico scientifici lombardi accolgono oggi circa un milione di visitatori.



I PARTNER

Il progetto coinvolge il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, in qualità di capofila e oltre 20 istituzioni tra musei ed enti locali della Lombardia.


Musei:

  1. Museo SAME DEUTZ-FAHR (BG)
  2. MUSIL - Museo dell'Industria e del Lavoro "Eugenio Battisti" (BS)
  3. Borgo del Maglio di Ome (BS)
  4. Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo (CO)
  5. Museo del Violino Antonio Stradivari (CR)
  6. Civico Museo della Seta Abegg (LC)
  7. Castello Bolognini (LO)
  8. Museo dei Vigili del Fuoco (MN)
  9. Sistema Museale di Ateneo di Pavia (PV)
  10. Musei civici "Luigi Barni" (PV)
  11. Museo del Contadino (PV)
  12. Museo Agusta (VA)

Enti locali

  1. Comune di Samarate (VA)
  2. Comune di Magreglio (CO)
  3. Comune di Garlate (LC)
  4. Comunità montana della Valchiavenna - Sistema Museale della Valchiavenna (SO)
  5. Comune di Cedegolo (BS)
  6. Comune di Ome (BS)
  7. Comune di Vigevano (PV)
  8. Comune di Frascarolo (PV)

Altri istituzioni coinvolte

  1. Comune di Busto Arsizio (VA)
  2. Centro Camuno di Studi Preistorici (BS)
  3. Museo del tessile e della tradizione industriale di Busto Arsizio (VA)
  4. Comune di Sant'Angelo Lodigiano (LO)
« Torna all'elenco delle news