musil

Fine anno musil: tempo di premiazioni e novità

Il mese di dicembre è tradizionalmente periodo di premiazioni: anche quest'anno il Concorso Gavioli e Museums in Short vedranno l'assegnazione dei rispettivi riconoscimenti. Le cerimonie si svolgeranno online, ma questa non sarà l'unica novità.

Il Concorso Nazionale "Roberto Gavioli" è da 13 anni il nostro premio per documentari sul mondo dell'industria e del lavoro. La cerimonia dell'edizione 2020 si svolgerà venerdì 11 alle ore 18.00 (accessibile via Zoom). Anche in quest'anno difficile i partecipanti sono stati numerosi. L'annuncio del vincitore e la lettura della motivazione saranno a cura del prof. Gian Piero Brunetta, Presidente della giuria.

La prima novità è che fino alle 24 di domenica 13 il film vincitore sarà visibile gratuitamente sulla nuova piattaforma streaming del musil https://www.musilbrescia.stream (accessibile subito dopo la proclamazione del vincitore), realizzata in collaborazione con OpenDDB (www.openddb.it).

Un'immagine tratta da "The Remnants" di Paolo Barberi e Riccardo Russo,
documentario vincitore dell'Edizione 2019 del Concorso Gavioli.

Un'ulteriore novità è l'avvio del Gavioli International, un network transnazionale sul cinema del lavoro contemporaneo, a partire da una collaborazione con il prestigioso Doclisboa, Festival internazionale di cinema documentario di Lisbona. All'evento di venerdì 11 parteciperanno quindi anche i due direttori di Doclisboa, Joana Sousa e Miguel Ribeiro: i primi il di Arbeiter verlassen die Fabrik, film saggio di Harun Farocki del 1995, e l'open talk, previsto per il giorno 14 dicembre alle ore 19, insieme ai due direttori del festival portoghese, la curatrice Amarante Abramovici, il direttore del musil, René Capovin, e Silvio Grasselli, curatore cinematografico musil.

Venerdi 18 alle 18.00 sarà invece la volta della cerimonia di premiazione della VII edizione di Museums in Short (accessibile via Zoom), premio internazionale per video prodotti da museo, ideato e promosso dal musil, in collaborazione con EMA – European Museum Academy e FSK – Forum Slavic Cultures.

Quest'anno ben 55 musei hanno partecipato all'iniziativa, in rappresentanza di 20 Paesi. Tra i musei importanti musei iscritti ricordiamo lo Smithsonian Center (USA), il Pushkin Museum (Russia), la Casa Battló di Barcellona e il Museo Egizio di Torino. Tutti riuniti in una piattaforma online liberamente accessibile, dove è anche possibile votare il proprio video preferito (www.museumsinshort.eu).

Il vincitore sarà scelto da una giuria internazionale composta da:

  • René Capovin - musil - museo dell'industria e del lavoro, Brescia (coordinatore)
  • Kostis Kalapothakis - Pireo Foundation, Athen
  • Massimo Negri - EMA - European Museum Academy, Den Haag
  • Andreja Rihter - FSK - Forum of Slavic Cultures, Lubjana
  • Elia Vlachou - Hellenic Institute of Cultural Diplomacy, Athen

Il video premiato avrà anche l'onore di partecipare a The Best in Heritage, la conferenza che ogni settembre a Dubrovnik riunisce i vincitori di riconoscimenti per musei e siti culturali provenienti da tutto il mondo.

Tutti i video di tutte le edizioni (un totale di circa 300 video!) sono liberamente accessibili al sito: www.museumsinshort.eu.

« Torna all'elenco delle news