musil

Assegnato il Premio Gavioli 2020, vince Daniele Atzeni con "Inferru"

La Giuria presieduta dal prof. Gianpiero Brunetta assegna a "Inferru" di Daniele Atzeni il Primo Premio della XIII edizione del Concorso nazionale "Roberto Gavioli" per documentari sul mondo dell'industria e del lavoro. Nella motivazione, l'opera viene riconosciuta come originale e potente, "capace di ridare voce, respiro e lievito alla memoria di quelle migliaia di uomini, ultimi della Storia, con un recupero straordinario di materiali d'archivio". Il documentario si presenta come un racconto originale, affidato alla voce di un io narrante che ha i toni del narratore epico e che ha vissuto in prima persona una lunga parte della storia dell'estrazione mineraria nella regione del Sulcis-Iglesiente.

Il premio consiste in un assegno di 500 € e, da quest'anno, nella distribuzione gratuita dell'opera presso il nuovo canale streaming del musil. Fino a domenica sera, infatti, tutti potranno vedere il film all'indirizzo: https://www.musilbrescia.stream

Nel 2021 il Concorso Gavioli sarà arricchito da una sezione internazionale, un network transnazionale sul cinema del lavoro contemporaneo, a partire da una collaborazione con il prestigioso Doclisboa, Festival internazionale di cinema documentario di Lisbona. Alla premiazione hanno partecipato anche i due direttori di Doclisboa, Joana Sousa e Miguel Ribeiro: i primi passi sono la proiezione nel canale streaming musil di "Arbeiter verlassen die Fabrik", film saggio di Harun Farocki del 1995, e l'open talk, previsto per il giorno 14 dicembre alle ore 19:00, insieme ai due direttori del festival portoghese, la curatrice Amarante Abramovici, il direttore del musil, René Capovin, e Silvio Grasselli, curatore cinematografico musil.

Un ringraziamento particolare ad Albatros Film e Banca Santa Giulia.

« Torna all'elenco delle news