musil

Le attività didattiche

Il musil - museo dell’industria e del lavoro è un sistema museale articolato su 3 sedi localizzate a Cedegolo (BS), Brescia e Rodengo Saiano (BS).

La Fondazione musil vi aspetta per accompagnarvi in un viaggio sorprendente tra turbine, ruote idrauliche e macchine industriali, testimonianze delle grandi innovazioni tecniche dell’Ottocento e del Novecento dell’industria italiana. Sono possibili visite guidate, e laboratori esperienziali, nel rispetto degli obiettivi scolastici MIUR. Siamo quindi in grado di offrire percorsi didattici specifici per il primo ciclo di istruzione e per la scuola secondaria di secondo grado. Gli argomenti prevalenti trattati sono connessi con le materie di scienze, storia, tecnologia, geografia arte e immagine. Dall’energia ai mezzi di comunicazione, dalla meccanica al tessile, sarà possibile entrare nella fabbrica che ha fatto conoscere la capacità creativa e innovatrice dell’Italia nel mondo.

Come si produce l’energia elettrica utilizzando i grandi bacini idrici delle Alpi? Come si creavano attrezzi utilizzando billette di ferro? Come è nato il cinema? Vieni a trovarci e avrai l’occasione per toccare con mano la storia della nostra società, ascoltandone rumori, suoni e voci. Come si creavano attrezzi utilizzando billette di ferro? Come è nato il cinema? Vieni a trovarci e avrai l’occasione per toccare con mano la storia della nostra società, ascoltandone rumori, suoni e voci.



L'elenco delle attività

Di seguito sono presentate le diverse attività che compongono l’offerta didattica del musil, suddivise per sede di svolgimento.

Le attività didattiche del Museo dell’energia idroelettrica di Valle Camonica a Cedegolo (BS) »

Le attività didattiche del Museo del ferro di San Bartolomeo a Brescia »

Le attività didattiche della Museo dell'industria e del lavoro a Rodengo Saiano (BS) »




Didattica: CLIL e EAS

Per rispondere alle novità inserite dalla legge 107/2015, musil ha inserito nella propria offerta formativa percorsi didattici che possono essere svolti in lingua inglese secondo la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning) rispondendo alla richiesta di integrazione di contenuti per competenze con l’acquisizione di elementi linguistici stranieri. Il percorso in dettaglio sarà concordato con i docenti sia per tempi, fasi e costi.

Restando nell’ottica della l.107/2015, alcuni laboratori didattici offerti presso il museo del ferro sono trasponibili in Episodi di Apprendimento Situato (EAS), come definito nel testo Pier Cesare Rivoltella, Che cos’è un EAS, Editrice La Scuola 2016.

Ricordiamo che le fasi definite nell’EAS, adottate al museo del ferro, sono queste:

  1. FASE PREPARATORIA Svolta a scuola: il docente insieme allo Staff musil prepara un momento introduttivo che serva come framework concettuale per stimolare così la curiosità dell’alunno con materiale video indicato da musil.
  2. FASE OPERATORIA presso il museo: la classe svolge una attività individuale e di gruppo nella quale produce un artefatto. Il lavoro nei gruppi può essere condotto secondo i principi del cooperative learning, per favorirne l’efficacia.
  3. FASE RISTRUTTURATIVA presso la scuola o il museo: è il debriefing, docenti e studenti effettuano delle riflessioni metacognitive su quanto è emerso e su come si è operato.



Riepilogo attività didattiche
  C1 C2 C3 C4 C5 C6 C7 C8 F1 F2 F3 F4 F5 F6 R1 R2 R3 R4 R5 R6 R7 R8
Scuola primaria o o o   o o o o o o o o o o o o     o o   o
Scuola secondaria di 1° o o o o o o o o o       o o o o o o o o o o
Scuola secondaria di 2° o               o           o   o o     o o
Possibile CLIL               o       o o o                
Convertibile in EAS                       o o o